Zone artigianali
Bagheria ha il suo regolamento della zona artigianale (D3) Contrada Monaco



Il consiglio comunale approva all'unanimità (su 20 cinsiglieri presenti alla seduta) il regolamento delle aree PIP, le zone artigianali di contrada Monaco.
"Sono molto soddisfatto del lavoro svolto dal Consiglio comunale in queste ultime sedute" - esordisce così il presidente Daniele Vella riferendosi all'approvazione del regolamento comunale per le aree artigianali (zona D3) Contrada Monaco.
"Dopo innumerevoli tentativi a vuoto nei mesi scorsi, nelle ultime sedute abbiamo realizzato concreti risultati" aggiunge il presidente ricordando l'elezione del difensore civico e, ieri sera, il regolamento delle aree artigianali.
"A partire da lunedì vi sono stati tre giorni di lavoro intenso che hanno visto la presidenza e tanti consiglieri partecipi di percorsi che hanno avuto come obiettivo quello di contribuire a migliorare l'atto deliberativo" aggiunge Vella, che precisa: "nonostante una sessantina di emendamenti presentati abbiamo avuto la capacità di approvare il regolamento zone pip e di raggiungere posizioni di sintesi relativamente ai due più importati articoli dell'atto, quello relativo alla composizione della commissione di valutazione e quello relativo ai punteggi per la stesura della graduatoria".
"Il Consiglio ha prodotto gli atti di sua competenza e sono onorato di avere presieduto questa assemblea durante queste sedute" conclude il presidente".
Anche il sindaco Biagio Sciortino si è dichiarato soddisfatto per il risultato della seduta consiliare di ieri.
"Ricordo che si parla di questo importante atto da prima del '95, quando ero consigliere comunale. Desidero ringraziare pubblicamente tutti i consiglieri e gli uffici che hanno lavorato a ché Bagheria possa finalmente contare su uno strumento che regalerà alla città un'area artigianale efficiente. I miei ringraziamenti vanno anche ai tecnici dell'agenzia di sviluppo Metropoli Est che hanno collaborato dal punto di vista tecnico a spiegare lo strumento e al presidente del Consorzio Salvatore Camilleri oltre che a l'amministratore delegato del patto territoriale Gianni Granata".
Fondamentale dunque il lavoro di sintesi e mediazione svolto dalla presidenza e accolto dai vari gruppi relativamente ai due più importanti articoli del regolamento: l'articolo 2 riguardante la composizione della commissione e l'articolo 7 relativo ai punteggi da assegnare per formare la graduatoria di assegnazione dei lotti.
La Presidenza ci informa che si è pervenuti a due subemendamenti comuni, predisposti e firmati dalla maggioranza dell'aula per l'articolo 2 e da tutti i consiglieri per l'articolo 7; questo ha permesso di approvare l'atto.
Le aree P.I.P. (art. 27 L. 865/71) sono le aree sul territorio che i piani regolatori destinano ad insediamenti produttivi. Sono piani di iniziativa pubblica attuativi del Piano Regolatore Generale.
L'area di contrada Monaco, indicata nel PRG come Z.T.O. D3, si estende su un'area pari a 152.877 mq, ed è delimitata a nord dalla strada statale 113 e a sud dalla linea ferrata, ad est dal nuovo asse di collegamento mare-monti. Per gli insediamenti di attività produttive, commerciali ed artigianali sarà disponibile una superficie pari a 134.577 mq.
Soddisfazione è stata espressa anche dall'assessore all'Urbanistica Pietro Pagano e dall'assessore ai Lavori Pubblici e Attività produttive Gino Di Stefano.
"Si conclude un iter che riguarda le zone D3 del PRG" dichiara soddisfatto l'assessore Pagano " da due anni gli uffici hanno lavorato ai vari step del programma, varianti, progetto esecutivo delle opere di urbanizzazione, trasmissione dei documenti alla Soprintendenza.
Sarà impegno del mio assessorato reperire nuove aree per le zone artigianali.
Continueremo ad impegnarci anche per le imprese di Aspra il cui parere, che abbiamo sollecitato, è ancora fermo in Soprintendenza" conclude l'assessore che sottolinea che per la prima volta con questa amministrazione, grazie agli uffici che hanno alacremente lavorato e al Consiglio comunale si è potuto sbloccare questo iter fondamentale per lo sviluppo della città".
"Le zone artigianali sono un volano di sviluppo per Bagheria - dichiara l'assessore ai lavori Pubblici e Attività produttive Gino Di Stefano - per troppo tempo si è cercato di far diventare reale uno strumento così importante per le imprese locali che hanno necessità di zone dove poter diventare imprese all'avanguardia e rafforzare la loro efficienza sul territorio".
M.M.


Ufficio Stampa Bagheria
30/10/2008




leggi altre notizie

indietro
 

Copyright 2003 .Realizzazione Siti - A cura di Juan Carlos Ghioldi e il Comune di Bagheria. Foto di Annalisa Nisi.
Le informazioni fornite dal Comune di Bagheria sono riprodotte solo a scopo informativo e non se ne assicura la rispondenza al testo della stampa ufficiale, cui solo � dato valore giuridico. Non si risponde, pertanto di errori, inesattezze ed incongruenze dei testi qui riportati n� di differenze rispetto al testo ufficiale, in ogni caso dovuti a possibili errori di trasposizione.
 
 
Sedo - Buy and Sell Domain Names and Websites project info: bagheria.org Statistics for project bagheria.org etracker® web controlling instead of log file analysis